12/09/2022 19:49:55

Si lancia sui binari e salva un cane

Chanel è una cagnolina molto fortunata: è stata salvata due volte nello stesso giorno, e la seconda proprio “per un pelo”. 
Della piccola volpina si erano perse le tracce ormai da circa un mese e i suoi proprietari avevano anche pubblicato un annuncio sui social. Poi, questa stamattina un video pubblicato da Luceraweb mostrava un treno della tratta Foggia-Lucera di Ferrovie del Gargano procedere a passo di lumaca e fischiare forte per allontanare un cane che correva lungo i binari. Cosa è accaduto in seguito l’hanno raccontato i lettori commentando la notizia sulla pagina Facebook del giornale. 
Quel cane che fuggiva era Chanel. Stremata, la cagnolina è arrivata al passaggio al livello di Via Troia, e lì si è fermata mentre il treno ha proseguito la sua corsa fino alla stazione. 
La situazione è diventata molto pericolosa per Chanel. Ma a notarla è stata Rita Balsano, giovane ricercatrice di Milano in vacanza a Lucera dai genitori, che in quel momento era in auto con sua madre e ha seguito tutta la scena.
“Ho visto il treno procedere lento, emettendo quel suono strano, come un clacson – ha riferito a Luceraweb - e il cane davanti. Poi l’animale si è fermato mentre il convoglio ha proseguito. Ho chiuso gli occhi pensando al peggio. Invece la cagnolina era lì, in un angolino, impaurita e non si muoveva”.
Le sbarre si sono alzate e la circolazione delle auto è ripresa come se nulla fosse. Ma Rita Balsano ha deciso invece di fermare il suo mezzo nei pressi di una carrozzeria ed è scesa dalla sua macchina cercando di convincere il cane a spostarsi dai binari. 
“Ad un certo punto ho visto che le sbarre si abbassavano, il treno stava ripartendo – ha raccontato ancora con emozione – e l’animale, che aveva anche del sangue rappreso, sarebbe stato investito. Non c’era più tempo”. 
Così ha deciso di rischiare: “Mi sono lanciata sotto la sbarra e ho tirato via il cane”. 
Attimi terribili per chi ha assistito alla scena. Nel ricordarla, lei stessa ammette che non riesce a credere di essersi buttata sui binari con un treno in corsa. 
Ma non è finita lì, perché il salvataggio ha messo su una generosa collaborazione. “Ho chiamato i vigili urbani – ha riferito la dottoressa Balsano - che sono arrivati subito e sono stati davvero disponibili”. Dal microchip sono risaliti al proprietario del cane e così è stato possibile riportare Chanel a casa.

Rita Balsano

“Sono stati eccezionali, hanno atteso tutto il tempo necessario per ricavare i dati, mentre il gestore della carrozzeria ha portato una ciotola con dell’acqua. Nonostante tutto, è stato un bel momento di collaborazione”. 
Insomma, più persone si sono attivate per Chanel, che sicuramente era debilitata e confusa per la lunga assenza da casa. Solo questo può spiegare perché la bestiola questa mattina continuasse a correre davanti al treno. 

Enza Gagliardi

(Luceraweb – Riproduzione riservata)

Condividi con:

0,0313s.