20/09/2022 08:21:28

Buone prassi per l’inclusione da Lucera a Tbilisi

“Diversamente abili: le buone prassi per l’inclusione”. Questo il titolo della videoconferenza organizzata su piattaforma Zoom martedì 20 settembre, dalle 10 alle 13 (ora italiana), con esperti di Lucera e di Tbilisi, capitale della Georgia.
L’iniziativa, organizzata dal Ce.S.eVo.Ca. nell’ambito del progetto internazionale di Servizio Civile Universale “Le mani che aiutano”, in collaborazione con le due amministrazioni locali e Ica, Associazione delle persone con disabilità uditive, del linguaggio e intellettive, inizierà con i saluti di Maia Asakaskvili, presidente di Ica che illustrerà il significato dell’iniziativa e il programma dei lavori per la parte georgiana. Antonio Fusco, coordinatore del progetto a Tbilisi, illustrerà il programma dei lavori per la parte italiana e presenterà Lucera attraverso un video.
A seguire, interverranno Gela Chiviashvili, vice sindaco e capo dei servizi sanitari e sociali di Tbilisi; Giuseppe Pitta, sindaco di Lucera e Pasquale Marchese, presidente della cooperativa Sociale Ce.S.eVo.Ca, Centro Studi e Volontariato di Capitanata. Alle 10.50 è in programma l’intervento di Giga Sopromadze, segretario esecutivo del comune della Capitale georgiana, su lavori del Consiglio, nuovi programmi del Comune, finanziamento agli studenti con disabilità; a seguire, Luigi Patella, consulente del Csv Foggia interverrà su “Le politiche sociali in Italia, competenze tra Stato, regioni, comuni e Piano  sociale di Zona”; David Guchmazashvili, coordinatore del programma, relazionerà sul tema “I programmi di integrazione del Comune di Tbilisi per le persone con disabilità nella società”; Tina Ieluzzi, vice presidente dell’Associazione “I diversabili” di Lucera interverrà sul tema “La nostra esperienza e le buone prassi dell’associazione per l’inclusione”; Tamar Makharashvili, consigliere comunale di Tbilisi parlerà delle “Problematiche relative alla accessibilità, adattamento ambientale, pianificazione”; Maurizio Alloggio, presidente dell’Associazione iFun di Foggia relazionerà su “La nostra esperienza e le buone prassi dell’associazione per l’inclusione” e Grazia Villani, presidente Associazione “La città dei colori” di San Severo illustrerà “Le buone prassi italiane su lavoro e disabilità”.  La conclusione dei lavori è affidata a Maia Asakaskvili.
“Il Ce.S.eVo.Ca. – ha spiegato Marchese - ha tra le proprie sedi accreditate quella dell’Association of Helping Children with Hearing and Speaking Disorders – Parent’s Union, fondata nel 1997 dai genitori dei bambini disabili di Tbilisi. Nonostante il nome dell’associazione rimandi esclusivamente a bambini sordi, con disturbi dello spettro visivo e disordine linguistico, in realtà da anni i volontari operano e accolgono famiglie con persone che hanno disabilità diverse di lieve, media ed alta intensità a livello fisico, cognitivo e mentale. Il nostro progetto è stato pensato con l’obiettivo di dare attuazione agli ideali di solidarietà internazionale e cooperazione pacifica tra i popoli al fine di migliorare la qualità della vita e garantire il benessere psico-fisico di categorie a rischio emarginazione e auto-isolamento ed in particolare agli ospiti dell’associazione e alle loro famiglie, attraverso l’implementazione di attività organizzate di volontariato e l’acquisizione dell’autonomia. Il coinvolgimento di giovani in Servizio Civile Universale in questo percorso, che prevede un processo articolato, finalizzato allo stimolo cognitivo e fisico, è un grande valore aggiunto. In questa prospettiva nasce l’idea della video conferenza, finalizzata allo scambio di esperienze e buone prassi che potranno arricchire volontari ed operatori pubblici e sociali delle due realtà coinvolte”.

Red. 

(Luceraweb – Riproduzione riservata)

Condividi con:

0,0332s.