20/09/2022 09:00:52

Il Postamat a Roseto, ma non basta

Anche l’ufficio postale di Roseto Valfortore, secondo i programmi di Poste Italiane a favore dei piccoli comuni e grazie all’impegno profuso dal direttore della sede rosetana, è stato dotato del Postamat, una valida alternativa al Bancomat già funzionante da una trentina di anni allo storico sportello di Banca Intesa. 
I consiglieri del gruppo di minoranza “Alternativa per Roseto”, Giuseppe Del Giudice, Matteo Falcone e Orlando Iannotti, hanno espresso soddisfazione e apprezzamento per il miglioramento del servizi, e nello stesso tempo rilevano problemi da Enel e Tim, ritenuti responsabili di frequenti black-out elettrici e telefonici, compresa la linea internet che arriva nel borgo abitato da circa 700 persone. 
“Le piccole comunità si tengono ancora in piedi solo grazie ad alcuni servizi essenziali – hanno dichiarato – per cui è importante riuscire ad avere la continuità elettrica e telefonica. Purtroppo siamo costretti ad evidenziare che da qualche anno a questa parte a Roseto Valfortore, sopratutto con condizioni meteo avverse, si registrano interruzioni anche per i cellulari, visto che sono presenti due impianti di trasmissione di altrettanti operatori di telefonia mobile. Non solo blackout ma anche sbalzi di tensione. Più di un cittadino, infatti, ha subito danni all'impianto fotovoltaico ed ai propri elettrodomestici a causa di questi picchi, riconosciuti dallo stesso Enel tramite appositi controlli e riscontri. Invitiamo quindi il sindaco Lucilla Parisi ad attivarsi presso Enel e Tim, affinché questi problemi vengano risolti definitivamente”. 

Red. 

(Luceraweb – Riproduzione riservata)

Condividi con:

0,0156s.