22/11/2022 09:02:55

Un premio per i due carabinieri ‘eroi’

La sessione pomeridiana dal Consiglio comunale di ieri si è aperta con un momento molto atteso, con due riconoscimenti assegnati ad altrettanti carabinieri in servizio al Nucleo radiomobile della Compagnia di Via San Domenico.
Il 14 agosto scorso, all’interno del ristorante Hori, entrambi sono stati autori di un gesto di grande valore civile, per cui cinque consiglieri comunali di minoranza hanno proposto l’assegnazione di un premio al brigadiere capo Ernesto Pumpo e all’appuntato scelto Maurizio Grasso. 
I due militari all’ora di pranzo sono intervenuti su un anziano che stava rimanendo soffocato a causa di un boccone di cibo che gli era andato di traverso. L'uomo, che era in compagnia della moglie e del figlio, ha cominciato improvvisamente a rantolare, facendo gesti che indicavano la sua gola, e nel giro di pochi secondi la situazione era diventata drammatica, tanto che la mancata respirazione gli aveva quasi fatto perdere i sensi.
Fortunatamente per lui, gli è stata praticata subito e con efficacia la manovra di Heimlich con la quale l'anziano è riuscito a espellere il corpo estraneo dall'imbocco della trachea. A quel punto il malcapitato si è subito ripreso e ha continuato a pranzare regolarmente con la sua famiglia.

L’iniziativa era stata proposta dai cinque esponenti dell’assemblea (Francesco Aquilano, Francesca Niro, Vincenzo Checchia, Raffaele La Vecchia e Fabrizio Abate), poi accolta all’unanimità dal resto dei colleghi.
Pumpo non è nuovo a situazioni di emergenza, avendo appreso la tecnica di salvataggio nel Corpo italiano di soccorso dell’Ordine di Malta, del quale è vice capogruppo, ma soprattutto per aver gestito in prima persona, assieme a un ispettore della polizia di Stato, il sequestro di persona avvenuto a Lucera nel pomeriggio del 6 maggio 2007 nel centro commerciale "le Fornaci".

r.z.

(Luceraweb – Riproduzione riservata)

Condividi con:

0,0313s.