09/01/2023 17:40:43

I 25 anni della Coop. Pampuri

Il 29 dicembre del 1997 un gruppo di amici fondava a Foggia la cooperativa sociale San Riccardo Pampuri, una delle prime della provincia, è oggi tra le più longeve, con la finalità di erogare servizi alla persona, tra bambini, anziani, portatori di handicap e altri soggetti che versano in condizioni di bisogno.
Primo presidente Mario Mauro, poi divenuto ministro della Repubblica, a seguire Carla Calabrese, oggi presidente provinciale di Confcooperative e ancora Grazia Maddalena, oggi dirigente medico al Policlinico Riuniti. 
E infine, dal 2009 fino a oggi, Michele Bottaccio. 

“25 lunghi anni durante i quali sono stati fatti passi da gigante in ordine di attività e servizi offerti – hanno fatto sapere da Foggia – e le prime attività svolte vedevano operatori impegnati in attività di pronto soccorso estivo e di assistenza domiciliare per anziani e disabili. Di lì a poco grazie ad un finanziamento dell’allora Ministero del Lavoro, veniva approvato il primo progetto ‘La Bussola”’ e con il passare degli anni si facevano strada i servizi a favore di minori a rischio, gli interventi domiciliari basati sul metodo ABA a favore di bambini affetti da disturbo dello spettro autistico e progetti a favore di minori disagiati. Il primo grande traguardo arriva nel 2001 con l’attivazione dell’omonimo Centro Famiglie, l’unica struttura a Foggia, accreditata presso la Regione Puglia, per l’esercizio delle attività socio-assistenziali a favore delle famiglie. Negli ultimi anni, grazie ad una maggiore esperienza e ad un’équipe di professionisti in formazione continua, la cooperativa si è specializzata nella gestione di strutture residenziali e semi-residenziali”

E quindi ecco il Centro diurno socio educativo e riabilitativo Giorgio Casoli, con sede a Troia; la Residenza Sanitaria Assistenziale per anziani Maria SS. della Serritella a Volturino; la Rsa per anziani e disabili Villa Rosa ad Alberona e i Centri diurni per disabili Madonna di Lourdes di San Nicandro Garganico e Don Tonino Bello a San Ferdinando di Puglia. 

“Solo qualche giorno fa abbiamo inaugurato il ‘Dopo di Noi Casa Giovanni Panunzio’ con il Consorzio Opus – ha aggiunto Bottaccio - a cui la cooperativa afferisce, il progetto ‘Bollenti Spiriti’ a San Nicandro Garganico e a breve partiranno i nuovi progetti di Servizio Civile destinati a 84 giovani. La cooperativa vanta oggi 102 soci dipendenti e 10 collaboratori; oltre 1.000 hanno poi transitato negli anni, con i quali continuiamo ad avere un ottimo rapporto. La nostra forza risiede nel rispondere con umanità, dedizione ed empatia alle richieste e ai bisogni dei nostri utenti e dei nuclei familiari che dopo tanti anni continuano a riporre in noi la consueta fiducia di sempre”.

Red. 

(Luceraweb – Riproduzione riservata)

Condividi con:

0,0313s.