07/01/2023 19:24:09

Droga a San Severo, lucerino arrestato

Sono quattro le ordinanze di custodia cautelare eseguite tre giorni fa dai carabinieri di San Severo che hanno indagato per mesi su un giro di spaccio di stupefacenti nella città del campanili.
I destinatari sono tre del posto: Antonio Di Stefano di 27 anni, Giuseppe La Donna di 26 e Gerardo Mitolo di 31, tutti finiti in carcere.
A loro si è aggiunto Vito Di Caterina, 30enne di Lucera, detenuto ai domiciliari, secondo quanto risposto dal gip Carlo Protano che ha accolto le richieste del pubblico ministero Alessio Marangelli. 
In occasione della notifica del provvedimento, i militari della Compagnia di Lucera hanno eseguito una perquisizione personale e nella sua abitazione, rinvenendo nella disponibilità di Di Caterina circa 150 grammi di hashish, circostanza per la quale è stato già processato con rito direttissimo, assistito dall’avvocato Giacomo Grasso, e rimesso in libertà con l’obbligo di dimora. Tuttavia, al momento resta ai domiciliari sulla base della decisione del gip, davanti al quale compariranno tutti nella mattina di lunedì prossimo. 

I carabinieri di San Severo ritengono di aver smantellato una piazza di detenzione e cessione di droga continuata e in concorso, con reati commessi tra maggio e settembre scorsi nel Comune di competenza, ricorrendo all’ausilio di unità cinofile, intercettazioni e video riprese ambientali.

Due immagini tratte dalle riprese dei carabinieri

Hanno ricostruito il linguaggio utilizzato dagli indagati, con il termine ricorrente “Brother” (o “Brò”) da cui ha preso nome l’operazione, in linea con lo slang giovanile largamente diffuso. 
Nel corso dell’intera attività investigativa sono state operati anche altri tre arresti arresti in flagranza, sono state segnalate tre persone alla Prefettura come assuntori di stupefacenti e sequestrati 30 grammi di cocaina, 300 grammi di marijuana e altri circa 150 grammi di hashish.

Red. 

(Luceraweb – Riproduzione riservata)

Condividi con:

0,0156s.