17/01/2023 17:50:33

I tombini killer di Via D’Amely

L’ultimo caso risale solo a ieri mattina, con una donna che è caduta rimediando una lussazione al braccio e in problema al ginocchio, ma chi abita e lavora nella zona racconta che non è il primo caso di incidente provocato da alcuni tombini di Via D’Amely a Lucera. I manufatti hanno il profilo rialzato e sono sostanzialmente sconnessi, circostanza che genera inciampi soprattutto per gli anziani.
La segnalazione pare sia stata fatta anche ai vigili urbani, così come al Comune di Lucera, senza che sia stato ancora posto rimedio.
“E’ bene che vadano a verificare con velocità – ha riferito la signora Annarita, figlia dell’ultima “vittima” del caso – prima che accada qualcosa di più grave. E’ una situazione inaccettabile e assolutamente rischiosa. Vanno mostrando Lucera con il drone, ma è a terra che ci sono le trappole”.

In effetti, di pavimentazione precaria è piena la città, dentro e fuori il centro storico, e in effetti l’ente continua a essere bersagliato da richieste di risarcimenti per insidie stradali, tra cadute e danni alle automobili. Solo per il 2022, quelle già accertate ammontano a oltre 46 mila euro, ma non è escluso che altre possano arrivare alla valutazione del giudice di pace nei mesi successivi, sempre relativi alla singola annualità, provocando eventuale ulteriore salasso per le casse comunali.

r.z.

(Luceraweb – Riproduzione riservata)

Condividi con:

0,0459s.