24/01/2023 18:00:37

Le attività oncologiche del C.Or.O. di San Severo

Il Centro di Orientamento Oncologico della macro-area Foggia-Barletta, operante all’ospedale di San Severo, ha tracciato il bilancio dell’anno 2022, consistente in 2.471 terapie oncologiche, 2.151 visite ambulatoriali, 1.671 medicazioni, 128 impianti di accessi vascolari centrali, 115 pazienti in trattamento a domicilio con farmaci a bersaglio molecolare, 117 chiamate ricevute. 
La struttura diretta dal dottor Massimo Lombardi fa parte della “Rete Oncologica Ospedale-Territorio”, ed è un’articolazione organizzativa che offre risposte concrete al bisogno di salute della persona con sospetta neoplasia in tutte le fasi del percorso di gestione della malattia oncologica. Si può accedere spontaneamente o attraverso indicazione del medico di medicina generale, del pediatra di libera scelta o del Centro Screening aziendale. I pazienti con sospetta neoplasia vengono presi in carico al massimo entro 48 ore dalla segnalazione.
Durante la prima visita: vengono prescritti e immediatamente programmati attraverso canali di prenotazione dedicati tutti gli esami necessari per procedere alla diagnosi. Contemporaneamente viene rilasciata l’esenzione ticket temporanea (Codice 048) che consente di effettuare gratuitamente gli approfondimenti diagnostici. La persona, quindi, è affidata ai gruppi interdisciplinari intra ed extra aziendali di specifica patologia per le cure opportune, assumendo un incarico in maniera globale e multidisciplinare. 
A conclusione dell’iter diagnostico e terapeutico/chirurgico, la persona torna al C.Or.O. e, se necessario, viene presa in carico dalla “Rete Oncologica Ospedale-Territorio” per le eventuali terapie oncologiche (chemioterapia).
La Struttura è dotata di 8 poltrone e 4 posti letto per la somministrazione delle terapie oncologiche previo il posizionamento di accessi vascolari centrali (PICC), necessari per l’infusione in sicurezza della chemioterapia. A posizionarli e a garantirne la corretta gestione sono gli operatori sanitari altamente specializzati che svolgono anche attività di addestramento e formazione per l’impianto dei cateteri venosi. 
Al suo interno presta attività di volontariato l’associazione “Esserci” e operano anche volontari del servizio civile, impegnati nel progetto digit Asl Foggia per la digitalizzazione delle cartelle cliniche e con il compito di facilitare i pazienti nelle operazioni digitali collegate al fascicolo sanitario elettronico.
La “Rete Oncologica Ospedale-Territorio” e il C.Or.O. collaborano in maniera integrata con la rete territoriale di assistenza della Asl Foggia (ADI e Centrale Operativa Territoriale) e operano in stretto raccordo con le strutture ospedaliere di diagnostica e interventistica della Asl Foggia, Casa Sollievo della Sofferenza e Policlinico Riuniti di Foggia.


Il C.Or.O. è aperto al pubblico dal lunedì al giovedì, dalle 08.30 alle 13.00.
Per informazioni contattare:
il numero verde regionale 800185003; 
o il numero aziendale C.Or.O. 338-9365907 (attivo dal lunedì al venerdì, dalle 10.00 alle 12.30).

Red.

(Luceraweb – Riproduzione riservata)

Condividi con:

0,0166s.