19/03/2023 07:44:46

Vendita auto: l'importanza di valutare il proprio usato

Per chi desidera vendere la propria auto è molto importante analizzare al meglio il proprio usato. Questa fase di analisi preliminare è utile per evitare errori di valutazione che potrebbero comportare difficoltà nella vendita o, peggio ancora, un guadagno più basso di quello che una persona avrebbe realmente potuto realizzare. Tuttavia è evidente che valutare al meglio il proprio usato non è un passaggio facile che può essere compiuto in modo sbrigativo.
Vi sono vari aspetti che concorrono all'ottenimento di una valutazione accurata e oggettiva. Inoltre può essere utile avvalersi dell'ausilio di specialisti del settore, in modo da avere la certezza di venderla al prezzo giusto. 

Come valutare un'auto usata
Come si può apprendere con una rapida ricerca in rete, per esempio digitando “valutare auto usata” su Google, per ottenere una stima accurata è fondamentale affidarsi a concessionari autorizzati, come per esempio RistéAuto. 
Le migliori realtà specializzate, infatti, sono in grado di analizzare adeguatamente tutti i fattori che concorrono a determinare il valore del veicolo. 
I principali di questi sono:
- Chilometraggio
- Usura dei componenti
- Lo storico della manutenzione
- Carichi pendenti
- Accessori
- Meccanica e carrozzeria

Il chilometraggio è un dato importantissimo per un'auto, in quanto permette di avere un'istantanea sullo stato di usura di una vettura. L'usura dei componenti è valutabile anche dallo stato delle pedaliere, dei sedili e soprattutto del motore. Influisce sul valore di un'auto anche lo storico delle manutenzioni effettuate, in quanto questo aspetto permette di comprendere se una macchina è sempre stata mantenuta in buono stato e sono state fatte tutte le necessarie sostituzioni dei componenti nel corso del tempo.
In generale le auto che sono state sottoposte a tutti i tagliandi certificati sono soggette ad una minore diminuzione del valore. I tagliandi dovrebbero essere stati sostenuti ogni 10.000-15.000 km circa e contrassegnati dagli appositi timbri, in aggiunta ovviamente alle revisioni obbligatorie previste dalla normativa vigente. Inoltre, è sempre bene sottolineare che una vettura per conservare al massimo il proprio valore dovrebbe essere sempre priva di fermi amministrativi o carichi pendenti simili.

Quali fattori influiscono sulla valutazione di un’auto usata
Quando la revisione di un'auto è stata effettuata di recente, la macchina acquisisce un piccolo plus di valore. Questo è dovuto al fatto che il futuro proprietario non dovrà preoccuparsi di questo aspetto e quindi eviterà per un certo periodo di tempo anche di sostenere questa spesa. Sono poi molto importanti anche gli optional e gli allestimenti speciali che vanno ad accrescere il valore della vettura. In modo particolare vi sono però alcuni accessori che sono ormai molto ricercati e di conseguenza importanti per il valore di un'auto.
Tra questi vi sono: i sensori di parcheggio e la connessione tramite Bluetooth (ideale per parlare in sicurezza al telefono mentre una persona è alla guida). Molto utili sono anche le prese Usb utilizzabili per caricare gli smartphone. 
Infine sono aspetti fondamentali il buono stato della carrozzeria, valutabile con uno stato integro della vernice e con l'assenza di ammaccature o di graffi. La meccanica è molto importante ma dovrebbe essere sempre valutata da un meccanico, in quanto non è facile capire se possono essere presenti eventuali piccoli problemi.
Infine sulla valutazione influiscono sicuramente anche la marca e il modello, in quanto vi sono delle auto generalmente molto più ricercate di altre in commercio. In conclusione quindi oggi esistono diversi metodi per valutare il valore di una macchina usata e approcciarsi al meglio alla possibilità di vendere il proprio usato. Inoltre, è importante ricordare che è sempre consigliabile rivolgersi ad un gruppo di esperti del settore, in modo da ottenere una valutazione accurata.

Red. 

(Luceraweb – Riproduzione riservata)

Condividi con:

0,0469s.