11/07/2023 08:51:23

Reazioni e commenti alla Lucera 'Capitale'

Nell’ambiente culturale lucerino la presentazione della candidatura alla Capitale Italiana circolava già da alcuni giorni, così come nei corridoi di Palazzo Mozzagrugno, ma solo come ipotesi non ancora avvalorata. Solo la delibera di Giunta di lunedì mattina ha ufficializzato una cosa che è piovuta sulla città suscitando reazioni molto contrastanti, tra chi ci vede un’opportunità e chi l’occasione per fare solo l’ennesima brutta figura, dopo un lungo periodo in cui la parabola promozionale di Lucera punta costantemente al ribasso. 
Non sono pochi, infatti, quelli che hanno manifestato vera e propria ilarità, ricordando tutte le tante situazioni in cui ci sarebbe bisogno di partire da zero, in termini di civiltà e comportanti sociali, per dare anzitutto decoro ai luoghi non necessariamente di pregio.
“In questo momento storico la priorità su cui l'amministrazione dovrebbe lavorare è quella di rendere Lucera una cittadina dignitosamente vivibile e fruibile ma soprattutto civile – ha detto invece Ciro Maiellaro, professionista locale - perché oggi si vive meglio tra le campagne e le montagne limitrofe. Lucera attualmente è solo capitale della inciviltà, dell'incuria e del menefreghismo. Bisogna solo essere realisti. Lucera poi dovrebbe riscoprire la cultura dell'umiltà, della solidarietà, dell'unità, dell'accoglienza, della ospitalità (in senso lato), della cortesia, del gusto e del sapersi dare prima del richiedere e pretendere”.

Ma c’è chi pure non dispera, dopo un momento di incertezza iniziale, pensa che sia possibile perlomeno cominciare un percorso di resurrezione della città, a prescindere dal risultato della competizione che, a vedere i concorrenti in gara, è a dir poco proibitivo. 
“Per Lucera concorrere a Capitale Italiana della Cultura 2026 significa anzitutto una cosa – ha detto la sua anche Giuseppe Trincucci, storico locale molto vicino alle posizioni dell’Amministrazione Pitta – e cioè far capire a molti che esiste anche la cultura, che esistono i libri, che esiste una biblioteca, un museo, che esiste un teatro da frequentare e che esiste un cinema che proietta film, che esiste un'enogastronomia di qualità e tante altre cose. Serve a far capire che con la cultura si mangia eccome, e visto che Lucera è stata depauperata di molte cose come tribunale, ospedale, fabbriche e altro, ci resta forse solo l'agricoltura e un turismo culturale intelligente. Far capire queste cose sarebbe un grosso risultato per il futuro e per le prossime generazioni, Nel 2026 forse saremo meno di trentamila abitanti. Molti ragazzi dopo il diploma non torneranno più. Tutto il resto è aria fritta, viaggi della speranza verso l'ignoto, esercizi di struzzi che infilano la testa nella sabbia. Capire il valore della Cultura è già un grosso risultato”.

La prima reazione politica dalla minoranza è di Davide Colucci: “Nella vita mai dire mai, ma in questo caso mi sembra però di essere su Scherzi a parte. Se questa candidatura servisse a svegliare le coscienze di tutti, ben venga, non per vincere, ma per invertire la tendenza disfattista e la realtà purtroppo ancor peggiore. La nomina per il 2025 è stata aggiudicata da Agrigento e vi era Monte S. Angelo. Nel nostro caso ci sono Rimini, Treviso, una serie di Comuni anche riuniti, come nelle Langhe, ma seguirò solo se da oggi politici, cittadini e tutti i lucerini faremo (faranno) qualcosa. Altrimenti è solo fumo e soldini buttati. Sono stato eletto nel 2020, dopo Tutolo, ma sinora ho visto e sentito solo le contrapposizioni tra i due schieramenti. Non appartenendo ad entrambi, pensiamo a svoltare da questa situazione, in primis in quanto lucerini e amanti della nostra terra”.

Qualcuno in realtà ha già fatto due conti pure con il calendario e ci ha visto una “coincidenza” politica: il 2026 è l’anno di quanto mai possibili elezioni amministrative in primavera, per la scadenza posticipata del mandato dell’attuale Sindaco e (comincia a dire qualche esperto della materia) pure della presidenza della Regione Puglia. 

r.z.

(Luceraweb – Riproduzione riservata)

Condividi con:

0,0469s.