06/09/2023 08:07:30

Casalvecchio si muove ‘sulle orme di Skanderbeg’

Oltre 100 figuranti, musicisti, circensi e acrobati animeranno la serata del prossimo 9 settembre che vedrà lo svolgimento della prima rievocazione storica delle origini albanesi della comunità di Casalvecchio di Puglia, intitolata “Sulle Orme di Skanderbeg”. La manifestazione, organizzata dal Comune con il finanziamento del Fondo NextGeneretionEu dell’Unione Europea e il patrocinio del Ministero della Cultura, porterà per una intera serata il piccolo borgo dauno indietro nel tempo, aprendo una finestra sulla vita, gli usi e i costumi del XV secolo.
L’evento vedrà la partecipazione di artisti provenienti da tutta Italia, tra cui attori e musicisti specializzati in rievocazioni storiche, un gruppo marchigiano specializzato in giocoleria e danza aerea e circensi professionisti. A loro si affiancheranno decine di figuranti locali che animeranno la serata.

“Ringrazio la nostra comunità che ancora volta ha accolto con estremo entusiasmo questa iniziativa volta a far conoscere il nostro paese con la sua storia, la sua identità culturale, la sua capacità di accoglienza – ha spiegato il sindaco di Casalvecchio, Noè Andreano - e questo è un altro tassello del programma di rigenerazione culturale e sociale della nostra comunità realizzato grazie alla presenza di qualificati professionisti provenienti da tutta Italia e la massiccia partecipazione popolare locale. Storia, arte, spettacolo, enogastronomia sono gli ingredienti perfetti per la migliore ricetta di valorizzazione del nostro borgo e della sua identità culturale. Un percorso iniziato con “Vëllazëria”, che trova la sua naturale appendice in questo evento: due manifestazioni estremamente importanti per consolidare l’identità arbëreshë del nostro territorio e rafforzare il legame con l’Albania sia in chiave culturale che sociale”

La direzione artistica della manifestazione è di Michele Amendolagine, coadiuvato da Francesco Gravino alla regia teatrale. “È un onore per me rappresentare una comunità, o meglio ancora un popolo fiero, come quello arbëreshë, all'interno di una rievocazione storica che narra la nascita di un paese interessante come Casalvecchio di Puglia – ha detto Amendolagine - e gli spettacoli proposti, da quelli teatrali a quelli di fuoco, di giocoleria, musica e danza, insieme alle ricostruzioni storiche filologiche rappresentano un giusto mix per far avvicinare gli spettatori alla storia di un luogo e far toccare con mano le arti, i mestieri ma anche le emozioni dei secoli passati. Sarà uno spettacolo corale, che vede coinvolti un centinaio di personaggi che avranno il compito di riportare le lancette del tempo indietro di cinque secoli e far vivere al borgo un’esperienza unica e indimenticabile”.

La manifestazione avrà inizio alle ore 19.30 in Piazza Vecchio Municipio con la performance teatrale “L’arrivo di Skanderbeg” per poi concludersi con lo spettacolo musicale “Et che festa sia per l’Arberia!” e “Acrobazie d’altri tempi” a partire dalle ore 22.30. Durante la serata, oltre alle performance teatrali rievocative, si alterneranno spettacoli di giocoleria, teatrini per bambini e giochi storici. Un mercatino medioevale metterà in mostra il meglio dell’artigianato locale e botteghe e taberne proporranno pietanze tipiche della tradizione enogastronomica locale.

Red. 

(Luceraweb – Riproduzione riservata)

Condividi con:

0,0156s.