01/02/2024 19:32:11

Interventi su abusivismo e ordine pubblico

Sono state sufficienti solo 24 ore dal lancio di un nuovo allarme sull’escalation di reati a Cerignola, fatto dal sindaco Francesco Bonito, e le convocazione da parte del prefetto Maurizio Valiante di una riunione straordinaria del Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica, con l’intervento dei vertici di tutte le forze dell’ordine di Capitanata.
E il magistrato ofantino ha fatto sapere di aver portato subito un risultato a casa: “Abbiamo avuto una risposta immediata ed operativa al nostro appello ha annunciato – e quindi i carabinieri attiveranno rapidamente un servizio straordinario di pattugliamento in concomitanza all’orario di chiusura dei negozi, con l’evidente obiettivo di prevenire furti e rapine. È una delle azioni concrete ed immediate messe in campo dalla Squadra Stato per restituire sicurezza e serenità alla comunità”.
Bonito aveva denunciato una preoccupante recrudescenza criminale e la necessità di interventi utili anche ad attenuare la diffusa preoccupazione e la crescente insicurezza, particolarmente dei commercianti. Lo stesso prefetto nell’occasione ha rassicurato che si farà personalmente latore della richiesta al Ministero dell’Interno di attivare tutto quanto necessario a far diventare di prima classe il locale Commissariato di Polizia di Stato.
“Il fatto stesso che il prefetto ci abbia ricevuto a meno di 24 ore dalla ricezione della mia lettera testimonia quanta e quale attenzione si abbia nei confronti della comunità di Cerignola – ha aggiunto Bonito – e abbiamo avuto rassicurazioni sulla pianificazione ed attuazione a breve di ulteriori interventi sul campo anche da parte della Polizia di Stato e della Guardia di Finanza sulla cui efficacia non ho motivo di dubitare”.

A Foggia, invece, si è conclusa l’esecuzione di un’ordinanza della Questura sulla repressione della vendita abusiva su area pubblica di prodotti ortofrutticoli. Sono state schierate sei pattuglie della polizia locale, due di carabinieri e personale dell’Ispettorato del Lavoro, della polizia amministrativa, del reparto prevenzione della Questura e della Guardia di Finanza. Sono stati sgomberati due mercatini ortofrutticoli abusivi in Via Einaudi e in Via Pellico con il contestuale sequestro di 2 tonnellate di merce. Ai trasgressori sono stati contestati la violazione della Legge regionale del Commercio per il mancato possesso delle relative licenze e violazioni degli articoli 15 e 20 del Codice della Strada. 

Red. 

(Luceraweb – Riproduzione riservata)

Condividi con:

0,0313s.