26/03/2024 14:09:07

I posti letto del Lastaria, tra teorici e pratici

L’ospedale Lastaria ha una dotazione ufficiale di 86 posti letto, ma poi in realtà risultano essere di meno nella loro materiale attuazione. Il dato viene fuori da seguito di una sorta di “tagliando” a cui sono sottoposti i due ospedali universitari pugliesi, chiamati a una verifica sulla base di un protocollo di intesa siglato nel 2018 con la Regione. E quindi la questione riguarda anche il Policlinico Riuniti, in particolare la disciplina dell’integrazione fra attività didattiche, assistenziali e di ricerca. Une delle operazioni da compiere è quella dell’accertamento e fissazione dell'elenco delle unità operative complesse, con e senza posti letto, anche in relazione alla eventualità di integrazioni o modifiche connesse alla revisione della programmazione regionale di didattica e ricerca dei Dipartimenti di Medicina. L'ultima proposta di revisione arrivata da Viale Pinto risale a novembre scorso, con una precisazione riguardante la previsione per Neurologia di 18 posti letto oltre a 10 di stroke unit a direzione ospedaliera e 14 per la neurologia universitaria, prospetto poi approvato all’unanimità dalla  Commissione Paritetica tra Regione e Università di Foggia. 
E quindi, figurano ben 49 Strutture Complesse che “sviluppano” una capacità di 977 posti letto, di cui 304 a destinazione specifica, 31 per la direzione universitaria e 18 per quella ospedaliera. Nella configurazione del Lastaria sono stati messi per iscritto 40 per la Lungodegenza, 20 per la Medicina Interna, 6 per la Chirurgia generale e altri 20 per la Medicina Fisica e Riabilitativa, la cui attivazione potrebbe essere imminente ma al momento fissata solo su carta, perchè senza dotazione organica. 
“Ben vengano questi numeri – ha confermato Simone Codirenzi, operatore sanitario della struttura e consigliere comunale di maggioranza – ma poi bisogna vedere quanto siano attuabili senza una dotazione di personale adeguata alle esigenze. Credo che al momento sia una programmazione non certo concretizzabile, per cui bisognerà attendere tempi migliori in termini di assunzioni e arrivi a Lucera”.

r.z.

(Luceraweb – Riproduzione riservata)

Condividi con:

0,0313s.