30/03/2024 19:15:16

Il passo in più

Dal Vangelo secondo Giovanni (Gv 20,1-9)

Il primo giorno della settimana, Maria di Màgdala si recò al sepolcro di mattino, quando era ancora buio, e vide che la pietra era stata tolta dal sepolcro. Corse allora e andò da Simon Pietro e dall'altro discepolo, quello che Gesù amava, e disse loro: «Hanno portato via il Signore dal sepolcro e non sappiamo dove l'hanno posto!». Pietro allora uscì insieme all'altro discepolo e si recarono al sepolcro. Correvano insieme tutti e due, ma l'altro discepolo corse più veloce di Pietro e giunse per primo al sepolcro. Si chinò, vide i teli posati là, ma non entrò. Giunse intanto anche Simon Pietro, che lo seguiva, ed entrò nel sepolcro e osservò i teli posati là, e il sudario - che era stato sul suo capo - non posato là con i teli, ma avvolto in un luogo a parte. Allora entrò anche l'altro discepolo, che era giunto per primo al sepolcro, e vide e credette. Infatti non avevano ancora compreso la Scrittura, che cioè egli doveva risorgere dai morti. 


Gesù è risorto! Maria di Màgdala si mette in cammino, e già qui ci dovremmo fermare a riflettere che chi si mette in cammino è una donna, una categoria di persone che in quel tempo (ma purtroppo anche oggi) era denigrata e considerata debole, eppure lei prima degli uomini decide di uscire.
Una particolarità è che è mattino ma è ancora buio, il sabato ormai è passato, siamo al terzo giorno, ma per Maria è ancora buio perché ancora non è riuscita ad entrare nel mistero vero della Pasqua, Maria si ferma al sepolcro; non va dentro, non fa quel passo in più. 
La vita di fede a volte mi chiede invece quel passo in più, quell’atto di vera Fiducia. Farlo vuol dire riconoscere Gesù come Signore della vita, e invece noi testardi e cocciuti rimaniamo attaccati al sepolcro, ai nostri problemi, alle nostre difficoltà. 
Non restiamo attaccati al sepolcro, il sepolcro è vuoto. Gesù è risorto!

da Animatori Salesiani

(Luceraweb – Riproduzione riservata)

Condividi con:

0,0161s.