03/04/2024 09:31:44

Il flagello della peronospora sui vigneti

Il governo nazionale ha accolto la richiesta presentata dalla Regione Puglia per il risarcimento dei danni provocati dalla peronospora nell’annata agricola 2023, con un decreto che individua i territori e assegna le dotazioni finanziarie a ristoro della perdita di almeno un terzi delle produzioni. In Capitanata, i Comuni interessati sono Foggia, Carapelle, Cerignola, Lucera, Orta Nova, San Paolo Civitate, San Severo, Stornara, Stornarella e Torremaggiore.
I vigneti sono stati pesantemente attaccati dalla peronospora, una malattia fungina che causa gravi danni alle viti e compromette la capacità produttiva dei vigneti e, con essa, la tenuta economica delle aziende e delle strutture cooperative che operano nel comparto. 
Secondo i tecnici di Coldiretti Puglia, la conta dei danni a macchia di leopardo in alcuni vigneti è del 60/70% con punte fino al 100%.
“Il settore ha bisogno di misure urgenti per fare fronte alla perdita di prodotto e quindi di valore – hanno fatto sapere da Bari - ma anche di giornate di lavoro con un effetto negativa sull’occupazione, conseguenze drammatiche per il settore sia dell’uva da tavola che dell’uva da vino”. 
La Puglia è il primo produttore in Italia di uva da tavola e, grazie all'enorme contributo pugliese, l'Italia è il primo produttore al mondo, con il 16% sulla produzione globale. Si contano 30 mila aziende agricole impegnate su 71 mila ettari per la produzione di vini Dop e Igp e di altre tipologie, con un valore di 1,5 miliardi di euro ed un paniere di 38 vini che posiziona la Puglia al 5° posto delle regioni italiane per prodotti certificati nel settore del vino Dop Igp per 407 milioni di euro di valore (92,7% del paniere IG del Paese).

Red. 

(Luceraweb – Riproduzione riservata)

Condividi con:

0,0156s.