13/05/2024 16:42:11

Biccari invasa del suono delle arpe

A Biccari non c’è spazio solo per la musica del tanto, ma anche per qualcosa di più dolce e sicuramente più insolito almeno a certe latitudini. Si chiama Biccari Harp Festival, infatti, la prima edizione di una manifestazione che promette di affascinare il pubblico con otto giorni di spettacoli, laboratori ed esperienze culturali, in programma dal 14 al 22 maggio. Il borgo si animerà con le melodie risonanti delle arpe e il vibrante spirito della cultura italiana, con un evento diretto dall'arpista professionista Lucia Galdi Marone che ha allestito un programma che prevede la presenza di grandi talenti dello strumento, tra cui la rinomata artista jazz Gloria Galante che si è esibita accanto a nomi leggendari come Frank Sinatra, Diana Ross e Jose Feliciano. Insieme a lei, ci saranno dieci arpisti provenienti da Canada, Stati Uniti e Messico, tutti confluiti a Biccari per una settimana di immersione musicale e condivisione, con epicentro la parrocchia diretta da don Leonardo Catalano, dove si terranno le performance tutte a ingresso gratuito. 
"La nostra missione è fornire agli arpisti adulti l'opportunità unica di esplorare la cultura italiana affinando al contempo la propria arte in un ambiente favorevole – ha spiegato Lucia Galdi Marone – e il Biccari Harp Festival offre un mix di laboratori, performance ed esperienze culturali create per ispirare e arricchire il percorso musicale di ogni partecipante. E siamo onorati di collaborare con Salvi Harps, il più grande produttore di arpe al mondo, per portare a compimento questo festival che rappresenta una straordinaria opportunità di vivere la bellezza di musica dell’arpa tra i paesaggi stupendi e il ricco patrimonio del Sud Italia”.
Il variegato programma comprende spettacoli che vanno dai concerti jazz e pop ai recital classici e alle esibizioni di ensemble di arpe. Il pubblico avrà inoltre l'opportunità di ascoltare la musica del compositore e percussionista di fama mondiale Stefano Ottomano, pugliese di origine, le cui composizioni per ensemble di arpe saranno presenti durante tutto il festival, arricchendo il contesto musicale e artistico. 
Oltre al programma musicale, i partecipanti avranno la possibilità di concedersi un'esperienza culinaria guidata da Dorina (Teodora) Martirano, esperta di cucina regionale e viaggi. Mentre gli arpisti si impegneranno in laboratori e prove, i loro accompagnatori potranno immergersi nel fascino della vita del borgo e assaporare gli autentici sapori italiani accompagnati dalla guida.
La manifestazione è sostenta dal Comune, e ha trovato nel sindaco uscente Gianfilippo Mignogna un impegno concreto nella preservazione del borgo e nella promozione del turismo, così da creare un ambiente favorevole allo sviluppo di eventi culturali. 

Red. 

(Luceraweb – Riproduzione riservata)

Condividi con:

0,0313s.